Roberta Cannizzaro: "Sarà una continua e costante ricerca di nuovi sapori" | Myda Scuola di Cucina

Roberta Cannizzaro: “Sarà una continua e costante ricerca di nuovi sapori”

Roberta-Cannizzaro-Myda-Scuola-di-Cucina-Catania-Cuoco12-orizzontale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Vola a Parigi, dopo il Corso per Cuoco , grazie alla scuola, a fare esperienza presso il Ristorante “Norma”.

Ecco i pensieri della nostra Roberta direttamente dal I Arrondissement de “La Ville Lumière” che, in attesa della fine dell’emergenza Coronavirus studia, lì stesso, il francese.

Roberta Cannizzaro, Scordia, CT, 30 anni.

Un giorno mi trovavo a Marzamemi (Pachino, SR, ndr) e, parlando con una ragazza, riferii che ero alla ricerca di una buona scuola di cucina da frequentare. Quest’ultima, aveva già partecipato ad un corso presso Myda Scuola di Cucina, per cui non esitò a consigliarmela vivamente. A quel punto mi informai bene, confrontandomi anche con uno chef che non ebbe dubbi a riguardo.

Decisi così di partire dal corso base di cucina amatoriale, dove conobbi Marisol e Leo (in foto, in basso, ndr), che ho ritrovato come colleghi della mia stessa edizione del corso per cuoco (XII Edizione, concluso a gennaio 2020, ndr): difatti il mio obiettivo era quello di entrare nel mondo della cucina professionale!

Partecipando al corso amatoriale, tenuto dalla chef Loredana Crisafi, ebbi subito un’ottima impressione della scuola e decisi di proseguire li la mia formazione professionale.

Del mio passato porto con me un’esperienza lavorativa presso un ristopub, del mio paese, e una laurea in Product Design presso l’Accademia delle Belle Arti di Catania.

Il Corso per Cuoco è stata un’esperienza fantastica! I docenti sono tutti bravissimi, ma mi ha colpito, in particolare, la cucina della chef Bianca Celano: la sua cura e attenzione alle materie prime, associata ad una ricerca costante di nuove, è un “modus operandi” che mi ha affascinato e segnato tantissimo.

Ho apprezzato l’utilizzo di molti elementi della nostra cucina siciliana, l’insieme presentato in chiave contemporanea, senza stravolgere nulla, e mantenendo intatti i sapori autentici di ogni piatto della tradizione.

Adesso che mi sento un po’ più “brava”, ho tanta voglia di provare e sperimentare. Mi piace andare sempre alla scoperta di nuovi ingredienti da adoperare. Sono sempre desiderosa di imparare: sarà una continua e costante ricerca di nuovi sapori.

All’indomani della mia esperienza formativa ho subito avuto la grande opportunità, grazie alla scuola, di fare un’esperienza lavorativa a Parigi, in Francia, presso il Ristorante “Norma”, con lo chef Giovanni Granata, esperienza che purtroppo ha subito uno stop momentaneo a causa dell’emergenza Coronavirus. Mi trovo nel I Arrondissement di Parigi a due passi dal Louvre, Notre Dame e il Centro Pompidou.

Durante l’attesa, approfitto di questo tempo a disposizione per studiare il Francese, migliorarne la conoscenza ed acquisirne una buona padronanza.

“Norma“ è un ristorante di cucina quasi esclusivamente italiana. Inizialmente lo chef mi ha fatto girare in tutti i reparti: dai primi (la pasta) – che costituisce un macro reparto – e successivamente agli antipasti, secondi e dessert – che messi insieme fanno il secondo macro reparto. Io mi occupo di quest’ultimo.

La cucina è a vista, per cui è necessario avere molto rigore nell’ordine e nella pulizia. I piatti non sono particolarmente complessi da realizzare; naturalmente oltre all’impiattamento ci occupiamo anche della preparazione delle componenti.

Per quanto riguarda il futuro non so, al momento, sono determinata a proseguire (spero prima possibile) quest’esperienza lavorativa qui a Parigi. Mi trovo bene e voglio continuare a starci.

Con un occhio che guarda più in là nel futuro non saprei: potrei anche decidere di andare in un altro stato o continente, perché no?…

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani aggiornato sugli eventi, i corsi e le novità di Myda Scuola di Cucina

Condividi con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *